Introduzione alla trilogia "Uomini che odiano le donne"

Serie "Uomini che odiano le donne"

Trilogia "Uomini che odiano le donne", dedicata al fenomeno della violenza contro le donne, alla piaga sociale del "femminicidio". Oggi siamo davanti ad una nuova forma di "delitto d'onore", ufficialmente abrogato dal nostro ordinamento nel 1981 ma a tutt'oggi valida "giustificazione" di violenza, spesso consumata proprio fra le mura domestiche.
La donna ancora vista, da una certa sottocultura maschilista, come "oggetto", come "cosa di proprietà personale", come "essere non-pensante", a completa disposizione dell'uomo-padrone, attraverso il quale "realizzarsi" e nel quale trovare completa soddisfazione come ragione stessa della propria esistenza.

Dopo la fotografia "Il nulla", che raffigura un busto di manichino maschile, muscoloso ma anencefalo, davanti ad una finestra spalancata sul vuoto, sul bianco assoluto, sul nulla, appunto, e dopo quella intitolata "Ad altezza d'uomo", dove il busto del manichino maschio arriva giusto all'altezza del pube di quello femmina (rappresentato da una figura bianca, esile, alta e slanciata), senza, quindi, poter arrivare a vederne la "testa", la terza foto, "Scacco al re", è l'epilogo della serie, nella quale il manichino-donna, in una sorta di ideale riscatto, "spazza" via, come pattume, con una scopa, la parte alta del busto dell'uomo anencefalo, proprio là ove avrebbe dovuto esserci una testa pensante e cosciente...

                                                                                                         Susanna Bertoni

"Il nulla" (foto n. 1 - Trilogia "Uomini che odiano le donne")


Foto 1/3 partecipante ad
"artBrescia 2013" biennale internazionale dell'arte contemporanea


"Ad altezza d'uomo" (foto n. 2 - Trilogia "Uomini che odiano le donne"



Foto 2/3 partecipante ad
"artBrescia 2013" biennale internazionale dell'arte contemporanea

"Scacco al Re" (foto n. 3 -Trilogia "Uomini che odiano le donne")



Foto 3/3 partecipante ad
"artBrescia 2013" biennale internazionale dell'arte contemporanea